Bambini cardiopatici – aggiornamento di settembre 2017

A metà luglio Fabio e Maria sono partiti da Malpensa per riaccompagnare a casa Hélia e Mila, ormai in forma smagliante dopo l’operazione. Inutile dire le lacrime di commozione versate da tutti alla partenza e all’arrivo a Bissau…

I nostri due volonatri Maria sono rimasti in Guinea poco più di una settimana e hanno utilizzato questo tempo per raccogliere informazioni utili per i prossimi bimbi da far operare in Italia. Internet ha facilitato molto la comunicazione con i nostri amici della Casa Famiglia e della Clinica ma non c’è nulla come sedersi insieme intorno a un tavolo, guardarsi negli occhi e lavorare insieme.

Oltre a questo, sono andati visitare “vecchi” amici: soprattutto per Maria, che mancava dall’Africa da più tempo, è stata una bellissima occasione per rivedere i bambini (alcuni, ora quasi ragazzi) che abbiamo accolto in Italia. Via whatsapp Fabio e Maria ci hanno mandato tante foto…  in molti casi i “nostri” piccoli sono cambiati così tanto che stentiamo a riconoscerli.

Al rientro in Italia hanno portato con sé Arcangelo, magro e sorridente, che ha affrontato il viaggio con coraggio e fiducia. Fatto il pieno di affetto con la famiglia di accoglienza, è stato ricoverato e operato con successo all’Ospedale di Bergamo e ora sta vivendo una convalescenza tranquilla.

E ad agosto? A inizio mese Oscar, di passaggio in Italia, ha riaccompagnato a casa Quintino; dopo Ferragosto Barbara e Letizia sono partite per Bissau con Djabu e Marinho mentre Saido ritornerà in Africa a fine ottobre insieme ad Arcangelo.

A Bissau, le nostre due volontarie hanno fatto il punto della situazione sul progetto Cardiopatici insieme ai medici. Anche se ormai insieme all’associazione amica “Voci e Volti” abbiamo già accolto 40 bambini in 5 anni (ed entro la fine del 2017 il numero è destinato ad aumentare ancora), man mano scopriamo aspetti da affinare e punti da migliorare. Per ogni bimbo che riusciamo a portare in Italia è necessaria tanta organizzazione unita a pazienza, entusiasmo e ma anche prontezza di spirito per risolvere gli imprevisti. Ed è proprio analizzando e facendo tesoro degli imprevisti che impariamo come rendere più facile ed efficace l’importante percorso che i bimbi affrontano con noi.

Come vedete, neppure in estate smettiamo di fare “Kibinti”…

Lascia un commento

Impostazioni Cookie
Tipologia Abilitato
Cookie tecnici
Per permettere il corretto funzionamento, questo sito utilizza i seguenti cookies tecnici (per cui non è necessario il consenso preventivo): wordpress_test_cookie,wordpress_logged_in_,wordpress_sec.
Altri tipi di cookie
Utilizziamo altri tipi di cookie per offrirti un'esperienza migliore sul questo sito web.
x

Kibintionlus.org per offrirti una migliore esperienza digitale su questo sito utilizza cookie di sessione e di terze parti. La prosecuzione della navigazione mediante consenso (pressione su ACCETTO) comporta l'accettazione all'uso dei cookie. Procedendo con la navigazione, dunque, autorizzi la scrittura di tali cookie sul tuo dispositivo. Se ritieni di modificare o negare il consenso, ti preghiamo di accedere al Centro di Controllo Privacy.