Estate 2018

Domenica 29 luglio un bel gruppetto di kibintiani si è dato appuntamento all’aeroporto di Malpensa per dare il benvenuto a tre nuovi amici in arrivo dalla Guinea Bissau: Dajo, Malam ed Erica. Come di consueto, il ritrovo era al bar più vicino agli “Arrivi” per fare il punto della situazione con le famiglie di accoglienza, chiarire gli ultimi dubbi e aggiornarsi sulle notizie ricevute dall’ospedale.

Con la coda dell’occhio si teneva sotto controllo il tabellone riassuntivo fino a che qualcuno ha avvisato che il “nostro” aereo era atterrato. Così la piccola carovana si è spostata un pochino più avanti, di fronte alla grande porta scorrevole. Ed eccoli: Fernando, il medico, spinge il carrello con i bagagli e in cima il piccolo Dajo. Accanto, con lo zainetto sulle spalle, scopriamo Malam ed Erika. “Che magri!”, è il primo commento ma poi veniamo rapiti dai 3 giovani, coraggiosi, amici.

Malam esorcizza la paura della novità dispensando e ricevendo abbracci, Erika ha lo sguardo smarrito e tiene stretto il peluche che le hanno appena regalato e Dajo si accuccia a terra, quasi a proteggersi da tutta la gente che ha intorno. Fernando ci spiega subito che quello è il suo modo per recuperare le forze quando sente aumentare la fatica.

I primi minuti passano tra le presentazioni, rassicurazioni espresse in criolo, il breve ristoro di un succo di frutta e Fernando che ci ragguaglia sulle condizioni dei ragazzi: tutto sommato stanno bene e sembrano aver retto egregiamente il viaggio. La dottoressa Erika, aiutata da Sabrina (volontaria di AVPS di Vimercate), li sottopone a una veloce visita che conferma quanto anticipato da Fernando. I 3 piccoli, quindi, non hanno bisogno di essere ricoverati ma possono traferirsi da subito nelle loro famiglie di accoglienza. Questo li aiuterà non poco ad abituarsi alla nuova vita e imparare a fidarsi di tutti questi volti sconosciuti.

I giorni di agosto sono trascorsi lenti e tranquilli intervallati dalle visite per il prericovero presso l’Ospedale “Papa Giovanni XXIII” di Bergamo. Gli specialisti hanno trovato i piccoli guineensi in condizioni migliori rispetto a quanto prospettato, il che ovviamente ci ha riempito di gioia e di ottimismo.

Ancora non sono state fissate le date degli interventi (questo agosto il reparto di cardiologia al “Giovanni XXIII” è particolarmente affollato) ma sappiamo con certezza che Dajo sarà il primo ad essere operato.

Lascia un commento

Impostazioni Cookie
Tipologia Abilitato
Cookie tecnici
Per permettere il corretto funzionamento, questo sito utilizza i seguenti cookies tecnici (per cui non è necessario il consenso preventivo): wordpress_test_cookie,wordpress_logged_in_,wordpress_sec.
Altri tipi di cookie
Utilizziamo altri tipi di cookie per offrirti un'esperienza migliore sul questo sito web.
x

Kibintionlus.org per offrirti una migliore esperienza digitale su questo sito utilizza cookie di sessione e di terze parti. La prosecuzione della navigazione mediante consenso (pressione su ACCETTO) comporta l'accettazione all'uso dei cookie. Procedendo con la navigazione, dunque, autorizzi la scrittura di tali cookie sul tuo dispositivo. Se ritieni di modificare o negare il consenso, ti preghiamo di accedere al Centro di Controllo Privacy.